Giornata mondiale contro l'AIDS


In occasione della Giornata mondiale contro l'AIDS, questo 1° dicembre, facciamo il punto sulla malattia e sulle sue caratteristiche.


Per cominciare, qual è la differenza tra HIV e AIDS?


Il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) è l'agente patogeno che causa l’AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita).

Inizialmente l’infezione da HIV risulta asintomatica o causa la manifestazione di sintomi simili all’influenza, che si risolvono spontaneamente dopo una o due settimane. In questa fase, l’unico modo per determinare l'esposizione del paziente al virus è tramite l’esecuzione di un test HIV.

Se non trattata, l’infezione da HIV riduce progressivamente la capacità dell'organismo di combattere le infezioni ed alcune forme tumorali. L'HIV indebolisce il sistema immunitario infettando i linfociti T, un tipo di globuli bianchi deputati alla difesa dell'organismo dalle infezioni.

L'AIDS, sindrome da immunodeficienza acquisita, è lo stadio terminale della malattia.

Dal 1981 si contano oltre 35 milioni di decessi nel mondo e nel nostro Paese sono stati segnalati oltre 70 mila casi di AIDS, di cui oltre 45 mila con esito fatale.


Come si trasmette il virus HIV?

 

La trasmissione dell'HIV avviene da una persona infetta all'altra, per:

- via sessuale, durante i rapporti non protetti da preservativo (80% delle nuove infezioni)

- da contatto con liquidi contaminanti: sangue, secrezioni genitali, ecc...

- da madre a figlio durante la gravidanza o l'allattamento.

È importante notare che una persona con HIV che assume una terapia antiretrovirale efficace (tripla terapia) riduce notevolmente il rischio di trasmissione.
Ma precisiamo che il virus non si trasmette attraverso gesti quotidiani come baci, strette di mano, punture di insetti, tosse, condivisione di pasti o bicchieri! 

 

L'importanza dello screening


L'unico modo per sapere se si ha l'HIV è quello di fare il test.
Molte persone si sentono nervose all'idea di sottoporsi al test, ma i motivi per farlo superano di gran lunga le ragioni per non farlo.

Chi deve essere sottoposto a test per l'HIV?

- chi ha fatto sesso senza preservativo

- chi ha usato aghi condivisi per iniettare farmaci o droghe

- chi si è messo a rischio di HIV in qualsiasi altro modo o ha una certa preoccupazione di averlo preso


Fare il test per l'HIV periodicamente è una buona abitudine per tutte le persone sessualmente attive, per vivere in modo più sereno le proprie relazioni.
Il test è veloce e facile. È l'unico modo per sapere con certezza se si ha contratto l'infezione.
È normale sentirsi preoccupati per l'HIV, ma i test possono aiutare a ridurre l'ansia di non sapere.
Se il risultato è positivo (cioè indica la presenza di virus HIV nel corpo), è sempre meglio saperlo in modo da poter iniziare la terapia il prima possibile.

Se si ha l'HIV, la diagnosi precoce e l'inizio immediato della terapia permette una vita lunga e sana. Cominciare subito la terapia evita infatti il danno al sistema immunitario e previene lo stato infiammatorio cronico e previene uno stato di infiammazione cronica che favorisce lo sviluppo di patologie come aterosclerosi, infarti, ictus, diabete ed ipertensione.
Fare con regolarità il test HIV e conoscere il proprio stato sierologico è importante anche per la salute sessuale dei partners.
Una persona sieropositiva, può evitare di trasmettere HIV al proprio partner usando il preservativo e prendendo in modo corretto le terapie antiretrovirali.,

Chi scopre di essere sieropositivo, dovrebbe incoraggiare il proprio partner a fare a sua volta il test.


La nostra farmacia ti supporta e ti dispensa dall'autotest dell'HIV

 

Allo sportello, l'emissione di un autotest di screening ci consente, in qualità di farmacisti, di fornirti informazioni sull'utilizzo del dispositivo medico e un supporto rigoroso.
Siamo a tua disposizione e in ascolto, sia per fornirti informazioni mediche sia per supportarti in caso di preoccupazione a seguito di un rischio di esposizione.
L'obiettivo è adottare misure adeguate in base al tempo trascorso dall'ultimo rischio di esposizione all'HIV. 

Non esitare a contattaci.
Ti forniremo le informazioni necessarie e saremo in grado di indirizzarti alle organizzazioni e ai professionisti sanitari competenti.


Approfondimenti

Quali strumenti sono disponibili per supportare quotidianamente i pazienti?

Il sito helpaids.it ti informa sulla malattia ed è accessibile telefonicamente all' 800 856 080 per rispondere alle tue domande (chiamata gratuita da rete fissa).
Gli operatori sanitari rispondono dal lunedì al venerdì, dalle 14.00 alle 18.00. Il lunedì anche dalle 9.00 alle 12.00.

Potrai anche ottenere sul sito uniticontrolaids.it, informazioni pratiche relative a:

- elenchi di associazioni
- servizi ospedalieri
-centri di informazione gratuiti
- centri di screening e diagnostici

La nostra selezione di prodotti

image

Mylan Autotest VIH® Santé

L’autotest VIH® è un autotest rapido di screening monouso in vitro per l’HIV (il virus responsabile dell'AIDS) che può essere fatto a casa propria.

L’autotest VIH®autotest VIH può essere eseguito da persone non esperte in un ambiente privato.


image

Durex® Sync

Preservativo con rilievi, nervature e il lubrificante Performa per un'intensa esperienza di coppia.

Sync è un profilattico ideato per la coppia, in grado di sincronizzare il piacere reciproco ristabilendo gli equilibri in amore.



image

Femidom FC2 Preservativo Femminile

Il Preservativo Interno FC2® (noto anche come Preservativo Femminile FC2) fornisce una protezione senza ormoni e senza lattice contro gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili. E poiché FC2® può essere inserito diverse ore prima, si può sperimentare un'intimità senza interruzioni.

Sperando di esserti stati utili, ti ringraziamo per aver letto il nostro articolo, al prossimo Farmaconsiglio! 

I farmacisti della Farmacia di Legino


Contattaci