Morso di zecca e malattia di Lyme


Con l'arrivo dell'autunno, le gite nella natura e le passeggiate nei boschi sono un'occasione per ricaricare le batterie apprezzando le sfumature arancioni delle foglie degli alberi. Ma per non correre rischi, ricordati di attrezzarti adeguatamente!
Negli ultimi anni, si è parlato sempre più di zecche e dei loro morsi.
È molto comune al giorno d’oggi ritrovarsi una zecca piantata sulla pelle se si frequentano zone prealpine e alpine sotto i 1500 metri.

Il morso di zecca non è pericoloso di per sé, lo diventa quando la zecca è infetta e agisce come vettore di batteri, virus e altri microrganismi patogeni, responsabili di malattie insidiose e talora gravi, come la malattia di Lyme.

In questo articolo faremo il punto su questa malattia, sui suoi sintomi e cure, ma anche sui giusti riflessi di prevenzione da adottare!


Le zecche mordono per necessità. Sopravvivono nutrendosi di sangue e questo le rende molto attive nella ricerca di un ospite sul quale sfamarsi. In genere preferiscono gli animali selvatici o domestici (dai cervi ai cani, agli scoiattoli, ai piccoli roditori, agli uccelli), ma possono sempre attaccare l’uomo.


Malattia di Lyme, che cos'è?

La malattia di Lyme si trasmette attraverso una puntura di zecca infettata dal famoso batterio Borrelia.
Se non tutte le zecche sono infette, è comunque necessario essere vigili durante e dopo un'uscita nei boschi, ma anche prestare attenzione ai sintomi che possono manifestarsi in seguito.
Perché in caso di infezione, la malattia può raggiungere diverse aree del corpo e causare dolori articolari a lungo termine, paralisi parziale degli arti, ecc....
Per evitare questo rischio, rimangono efficaci solo la prevenzione e la rapida rimozione della zecca.
Ti spieghiamo.


Sii vigile sulla comparsa di arrossamenti circolari sul corpo

Sebbene l'infezione possa non presentare alcun sintomo, nella maggior parte dei casi si manifesta sotto forma di un alone circolare rosso, più o meno esteso (chiamato anche “eritema migrante” dai medici) intorno alla sede dell'infezione morso.
Quindi, i sintomi della malattia di Lyme compaiono nel tempo e sono caratterizzati da danni neurologici, muscolari, cardiaci, articolari e/o cutanei.
Difficili da descrivere proprio a causa della grande diversità, i segni di questa malattia e la sua diagnosi dividono ora il mondo medico.

In Italia, si stima che dall'1 al 5% delle zecche infette dal batterio Borrelia possa trasmetterlo all'uomo.


Quali sono i trattamenti per la malattia di Lyme?

Non appena si osserva una puntura di zecca sulla pelle, è innanzitutto consigliabile rimuovere il parassita utilizzando un "rimuovi zecche".
Quindi, se osservi la comparsa di eritema migrante (alone circolare rosso intorno al morso), prendi immediatamente un appuntamento con il tuo medico che prescriverà un ciclo di antibiotici per 2 o 3 settimane.
Il decorso dell'infezione è generalmente molto favorevole quando la diagnosi e il trattamento vengono effettuati rapidamente.
Se non trattata, la prognosi peggiora.
I batteri si moltiplicano, provocando manifestazioni (neurologiche, muscolari, cardiache, articolari e/o di tipo cutaneo) a distanza di mesi o addirittura anni.


I giusti riflessi da adottare per proteggersi

Come avrai capito, il rischio di infezione da puntura di zecca è limitato ma il danno può essere notevole in assenza di precauzioni.
Quindi, ecco alcuni buoni consigli per non correre rischi durante le tue uscite nella natura: 

Prima di uscire 
- Indossa abiti lunghi e leggeri, questo ti permetterà di identificare meglio le zecche che potrebbero essersi attaccate ai tuoi vestiti
- Facoltativamente, applica un repellente per la pelle per respingere le zecche dalle parti del corpo scoperte. Per scegliere il repellente più adatto, non esitare a chiedere consiglio al tuo farmacista. Questi prodotti sono controindicati nei bambini piccoli e nelle donne in gravidanza.
- Indossa scarpe chiuse
- Prendi un paio di leva zecche, per agire rapidamente in caso di morso (disponibili in diverse misure nella nostra farmacia).

Durante la gita 
- Rimanere al centro dei sentieri, evitare di camminare nell'erba alta
- Controllare regolarmente la presenza di zecche
Non sedersi o sdraiarsi direttamente sul sentiero, preferire l'installazione di un grande lenzuolo su cui appoggiarsi

Dopo l'uscita 
- Esaminati attentamente
- In caso di morso, rimuovi la zecca

Attento al morso : una volta rimosse le zecche, disinfetta la tua pelle, ad esempio, con alcool modificato o un antisettico a base di clorexidina, esamidina o iodio povidone. Se si verificano sintomi, consultare un medico.


La nostra selezione di prodotti


image

Farmacare Pinzetta Togli Zecche In Plastica Blister Singolo

Progettato per rimuovere le zecche più piccole. Le probabilità della trasmissione di agenti patogeni per mezzo della puntura di zecche dipendono strettamente dalla durata della permanenza di queste sull'ospite e sono, in generale, basse se la zecca rimane attaccata per meno di 24-48 ore.


image

Jungle Formula Molto Forte Spray Original 75ml

Protezione assicurata per 8 ore, ideale in zone tropicali, aree molto boscose, laghi e quando è necessaria maggiore protezione. Adatto anche in aree ad alto rischio di malaria e di altre malattie trasmesse da insetti.


image

Betadine 10% Soluzione Cutanea Flacone

Disinfezione e pulizia della cute lesa (ferite, piaghe ecc..).
Si applica 2 volte al giorno direttamente su piccole ferite ed infezioni cutanee.

Se le misure preventive e le azioni semplici non sono sufficienti, vieni alla Farmacia di Legino!
 Sapremo consigliarti al meglio!

I farmacisti della Farmacia di Legino


Contattaci